Lancia Delta: Magic Parking - Conoscenza della vettura - Lancia Delta - Manuale del proprietarioLancia Delta: Magic Parking

Il Magic Parking segnala al conducente uno spazio di parcheggio parallelo libero ed adeguato alla lunghezza della vettura; nella fase di manovra aiuta il conducente gestendo automaticamente il movimento del volant

La responsabilità della manovra di parcheggio è sempre e comunque affidata al conducente.

Durante tutta la fase di manovra è sempre necessario assicurarsi che nello spazio di manovra non siano presenti né persone, né animali.

 

I sensori di parcheggio costituiscono un aiuto per il conducente, il quale però non deve mai ridurre l’attenzione durante le manovre potenzialmente pericolose anche se eseguite a bassa velocità: il sistema Magic Parking NON regola in alcun modo la velocità del veicolo durante la fase di manovra, il controllo di accelerazione della velocità e della frenata rimangono a carico del conducente.

Durante la fase di manovra il conducente è aiutato anche dalle informazioni ottenute dai sensori di parcheggio (4 sensori posteriori e 4 sensori anteriori) che forniscono al guidatore un’informazione di distanza durante la fase di avvicinamento ad ostacoli retrostanti e antistanti la vettura.

Nella fase di ricerca di uno spazio di parcheggio utile i sensori anteriori e posteriori non saranno attivi, mentre durante la fase di manovra, all’inserimento della retromarcia, i sensori anteriori e posteriori saranno automaticamente attivati.

SENSORI

Il sistema, durante la fase di ricerca dello spazio di parcheggio, utilizza i sensori laterali (vedi fig. 78).

Questi sensori sono automaticamente attivi al di sotto di circa 30 km/h. In questa fase se il conducente è appena transitato da uno spazio che viene ritenuto utile ad effettuare una manovra, potrà essere richiesta la funzione mediante l’apposito pulsante; a questo punto sul quadro strumenti verranno visualizzate le istruzioni per l’esecuzione della manovra. Se la funzione non viene richiesta dal conducente, mediante l’apposito pulsante, nessuna informazione verrà visualizzata sul quadro strument

SENSORI

FUNZIONAMENTO

La manovra di parcheggio assistito può essere attivata solamente con quadro strumenti acceso e a velocità inferiori a circa 30 km/h ed è suddivisa nelle seguenti fasi:

FUNZIONAMENTO

AVVERTENZA Nelle logiche del sistema la fase di RICERCA si disattiva se dopo un tempo pari a 10 min non è stato identificato uno spazio di parcheggio idoneo.

Si suggerisce di concludere la fase di manovra in retromarcia (se le condizioni lo permettono) quando si sente il tono continuo dal buzzer dei sensori posteriori.

AVVERTENZA Nelle logiche del sistema la fase di MANOVRA si disattiva se dopo un tempo pari a 3 minuti non è stato completato il parcheggio.

AVVERTENZA Una volta terminata la fase di manovra in retromarcia, al disinserimento della stessa lo sterzo viene riallineato; è compito del guidatore concludere la manovra manualmente.

Il funzionamento dell’assistente di parcheggio è basato su componenti differenti:

  •  sensori di parcheggio anteriori e posteriori;
  •  sensori laterali;
  •  sterzo;
  •  ruote e sistema frenante;
  •  quadro strumenti.

È necessario tenere presente che un malfunzionamento ad uno di questi sistemi potrebbe compromettere il funzionamento del sistema Magic Parking.

DESCRIZIONE FASI DI MANOVRA

Attivazione L’attivazione del sistema avviene mediante la pressione del pulsante S: non appena attivato, il sistema si pone in fase di ricerca. Il led acceso sul tasto indica che il sistema è attivo. Poiché il sistema effettua il riconoscimento degli spazi di parcheggio anche quando è disattivato, è possibile attivare il sistema anche subito dopo essere transitati accanto ad uno spazio di parcheggio giudicato adeguato.

Nel caso in cui il sistema abbia effettivamente individuato lo spazio di parcheggio, (la fase di ricerca non sarà effettuata) il sistema notificherà all’utente le operazioni necessarie ad eseguire la manovra.

DESCRIZIONE FASI DI MANOVRA

Ricerca di uno spazio di parcheggio Durante la fase ricerca fig. 80 la vettura deve procedere seguendo la corsia di marcia ad una velocità al di sotto di circa 30 km/h ed ad una distanza dalle vetture parcheggiate compresa tra i 50 cm e i 130 cm circa. Uno spazio di parcheggio sarà considerato adeguato se più lungo di circa 130 cm rispetto alle dimensioni della vettura.

Sono possibili due tipologie di parcheggio:

Per la scelta del lato di ricerca e di esecuzione della manovra, il guidatore può:

1) Scegliere di effettuare la ricerca dello spazio e la manovra dal lato passeggero con:

2) Scegliere di effettuare la ricerca dello spazio e la manovra dal lato guidatore con:

Il sistema informerà il guidatore, sul lato in cui viene effettuata la ricerca e la manovra attraverso dei messaggi dedicati sul display e di icone ( e ) differenziate tra lato destro e lato sinistro.

La ricerca avviene comunque su entrambi i lati, è quindi possibile effettuare la selezione attraverso l’uso degli indicatori di direzione anche quando si è appena transitati davanti ad uno spazio di parcheggio giudicato adeguato.

Durante la fase di ricerca la velocità deve essere inferiore a circa 30 km/h nel caso si raggiunga la velocità di circa 25 km/h verrà segnalato al guidatore di diminuire la velocità, se si supera la velocità di circa 30 km/h il sistema verrà disattivato; in questo caso il sistema dovrà essere riattivato nuovamente mediante la pressione del pulsante .

Nel caso di attivazione funzionalità "Cambio Corsia" (vedere paragrafo "Luci esterne") la ricerca dello spazio di parcheggio avviene sempre dal lato passeggero.

Durante la fase di ricerca dello spazio di parcheggio, attivando i sensori di parcheggio (vedere capitolo "Sensori di parcheggio anteriori e posteriori") la funzionalità del sistema Magic Parking viene disattivata.

Le manovre di ricerca dello spazio di parcheggio e di esecuzione della manovra di parcheggio dovranno essere comunque effettuate nel rispetto delle vigenti norme del Codice di circolazione stradale.

Individuazione di uno spazio di parcheggio fig. 81 Se il sistema individua uno spazio di parcheggio adeguato tra due veicoli fermi o tra altri eventuali ostacoli (es. oggetti con superficie laterale estesa come veicoli, cassonetti, ecc…) segnalerà di aver trovato parcheggio e sarà possibile effettuare l’inserimento. Nel caso la posizione raggiunta sia già adeguata all’inizio della manovra il sistema segnalerà al conducente di inserire la retromarcia altrimenti chiederà di proseguire ancora avanti.

Individuazione di uno spazio di parcheggio

Alla richiesta di inserimento della retromarcia il conducente dovrà fermare la vettura ed inserire la retromarcia al fine di confermare la volontà di iniziare la manovra; se il conducente altresì prosegue nella marcia, il sistema dopo circa 10 metri non terrà più in considerazione lo spazio di parcheggio identificato, ricominciando quindi la ricerca per un nuovo spazio disponibile.

Manovra Il conducente avrà il controllo dei movimenti della vettura attraverso l’uso di acceleratore freno e frizione (solo nelle versioni con cambio manuale) mentre il sistema gestirà automaticamente lo sterzo per condurre, nel migliore dei modi, la manovra di inserimento nella posizione di parcheggio individuata.

Durante la manovra sarà possibile avvalersi delle informazioni provenienti dai sensori di parcheggio (nella fase in retromarcia si consiglia di raggiungere l’area di segnalazione del tono continuo per i sensori posteriori), ma è sempre raccomandato di mantenere il controllo visivo dell’area circostante.

Durante la manovra sarà possibile fermare la vettura e, sempre rimanendo fermi, disinserire momentaneamente la retromarcia (ad esempio per permettere ad un pedone di attraversare l’area interessata dalla manovra).

Durante la fase di manovra la velocità deve essere inferiore a circa 7 km/h, altrimenti la manovra di parcheggio verrà interrotta.

Se durante la manovra di parcheggio il conducente effettuerà un’azione, volontaria o involontaria, sullo sterzo (afferrandolo o impedendone il movimento) la manovra verrà interrotta.

Nel caso in cui asperità del terreno o ostacoli alle ruote influenzino il moto della vettura, non permettendo alla stessa di seguire la traiettoria corretta, la manovra potrà essere interrotta.

Conclusione manovra Nel caso in cui la dimensione dell’area di parcheggio lo permetta, la manovra di parcheggio avverrà in una manovra, al disinserimento della retromarcia le ruote verranno riallineate e la manovra sarà da considerarsi completata, il sistema verrà quindi disattivato. Nel caso in cui la dimensione dell’area di parcheggio sia inferioriore, l’inserimento avverrà in più manovre, al conducente verrà comunicato di completare il parcheggio manualmente tramite un messaggio dedicato sul display.

Nel caso si voglia bloccare il volante con le mani durante una manovra, si consiglia di afferrarlo saldamente sulla corona esterna.

Non cercare di infilare le mani all’interno o di afferrare le razze dello stesso.

Avvertenze generali

MESSAGGI DAL SISTEMA SU QUADRO STRUMENTI

Il Magic Parking sta effettuando la ricerca di uno spazio di parcheggio adeguato.
Il Magic Parking sta effettuando la ricerca di uno spazio di parcheggio adeguato.
Il Magic Parking sta effettuando la ricerca di uno spazio di parcheggio adeguato.
È stato individuato uno spazio di parcheggio utile e la posizione è corretta per iniziare la manovra di parcheggio. Occorre fermarsi ed inserire la retromaria.
Togliere retromarcia Alla pressione del pulsante di attivazione del Magic Parking, viene indicato che è necessario disinserire la retromarcia affinché l’attivazione vada a buon fine
Non toccare il volante! La manovra sta per cominciare, il conducente viene invitato a lasciare il volante.
Non toccare il volante! Eseguire manovra La manovra è iniziata, il conducente può accelerare e rilasciare la frizione (nel caso di cambio manuale) per effettuare l’inserimento nello spazio di parcheggio; il sistema Magic Parking gestirà automaticamente lo sterzo.
Velocità troppo alta La velocità del veicolo sta per superare la velocità massima consentita dal sistema (il messaggio viene visualizzato a circa 25 km/h per la fase di ricerca), se il conducente incrementa ancora la velocità, il sistema verrà automaticamente disattivato.

AVVERTENZA Alcuni messaggi testuali visualizzati dal display, sono accompagnati da relative segnalazioni acustiche.

Magic Parking non disponibile È stato rilevato un problema al sistema Magic Parking. È necessario recarsi presso un centro di assistenza autorizzato.
Riprovare più tardi Il sistema Magic Parking ha rilevato un problema ad uno dei sistemi necessari al suo funzionamento. Se il problema persiste è necessario recarsi presso un centro di assistenza autorizzato.
Azione sul volante Il conducente ha volontariamente o involontariamente interagito con il volante. Il sistema si disattiva ed il controllo della manovra torna al conducente.
Magic Parking OFF Il Magic Parking si è disattivato per una delle seguenti condizioni: Manovra conclusa, superati limiti di velocità, presenza di un rimorchio, durata della fase di ricerca eccessiva, durata della fase di manovra eccessiva, è stato richiesto l’uso dei sensori di parcheggio durante la fase di ricerca, la traiettoria della vettura errata a causa di ostacoli alle ruote.
Terminare Manualmente
  • La fase di inserimento gestita dal Magic Parking è terminata, ma il parcheggio deve ancora essere completato dal conducente.
  • Durante la manovra è stato toccato il volante.
  • Durante la manovra è stata disinserita la retromarcia ed il veicolo si è spostato.
  • A causa di ostacoli al moto delle ruote la traiettoria seguita dalla vettura si discosta da quella necessaria all’inserimento.
Presenza Rimorchio È stato richiesta l’attivazione del Magic Parking, ma sulla vettura è presente un rimorchio (la spina del rimorchio è correttamente inserita).
Magic Parking disinserito Il Magic Parking è stato disinserito a seguito di una richiesta di attivazione dei sensori di parcheggio durante la fase di ricerca e con velocità inferiore ai 15 km/h.

AVVERTENZA Alcuni messaggi testuali visualizzati dal display, sono accompagnati da relative segnalazioni acustiche.

SENSORI DI PARCHEGGIO ANTERIORI E POSTERIORI (abbinati a Magic Parking) (per versioni/mercati, dove previsto)

I sensori di parcheggio forniscono al guidatore un’informazione di distanza durante la fase di avvicinamento ad ostacoli retrostanti e antistanti (versioni con 4 sensori posteriori e 4 sensori anteriori), sono sempre abbinati alla funzionalità Magic Parking. Il sistema costituisce quindi un aiuto alla manovra di parcheggio, in quanto permette l’individuazione di ostacoli al di fuori del campo di vista del guidatore.

SENSORI DI PARCHEGGIO ANTERIORI E POSTERIORI

La presenza e la distanza dell’ostacolo dalla vettura è segnalata al guidatore mediante una segnalazione acustica variabile, la cui frequenza dipende dalla distanza dell’ostacolo (alla diminuzione della distanza dall’ostacolo corrisponde un aumento della frequenza della segnalazione acustica).

SENSORI

Il sistema, per rilevare la distanza degli ostacoli, utilizza 4 sensori ubicati nel paraurti anteriore (dove previsti) fig.

82 e 4 sensori ubicati in quello posteriore fig. 83.

SENSORI

Versione con 8 sensori Nella versione a 4 sensori posteriori e 4 sensori anteriori il sistema si attiva all’inserimento della retromarcia oppure premendo il pulsante fig. 84. Nel caso in cui sia stata richiesta l’attivazione della funzionalità Magic Parking, i sensori anteriori e posteriori non saranno attivati automaticamente nella fase di ricerca di uno spazio di parcheggio, ma saranno attivabili premendo l’apposito tasto o inserendo la retromarcia con velocità al di sotto di circa 15 km/h.

Disinserendo la retromarcia, i sensori posteriori e quelli anteriori rimangono attivi fino al superamento della velocità di circa 15 km/h, per permettere il completamento della manovra di parcheggio.

Il sistema può anche essere attivato premendo il pulsante posto sulla plancetta centrale: quando il sistema è attivo, sul pulsante si accende una spia.

SENSORI

I sensori si disattivano premendo nuovamente il tasto o superando la velocità di 15 km/h: quando il sistema non è attivo, sul pulsante la spia risulta spenta.

Quando i sensori sono attivati, il sistema inizia ad emettere segnalazioni acustiche dai segnalatori anteriori o posteriori non appena viene rilevato un ostacolo, con una frequenza crescente all’avvicinarsi dell’ostacolo.

Quando l’ostacolo si trova ad una distanza inferiore a circa 30 cm, il suono emesso è continuo. In base alla posizione dell’ostacolo (davanti o dietro) il suono viene emesso dai corrispondenti segnalatori acustici (anteriore o posteriore).

Viene in ogni caso segnalato l’ostacolo più vicino alla vettura.

Il segnale cessa immediatamente se la distanza dall’ostacolo aumenta. Il ciclo di toni rimane costante se la distanza misurata dai sensori centrali rimane invariata, mentre se questa situazione si verifica per i sensori laterali, il segnale viene interrotto dopo circa 3 secondi, per evitare ad es. segnalazioni in caso di manovre lungo i muri.

La responsabilità del parcheggio e di altre manovre pericolose è sempre e comunque affidata al conducente. Effettuando queste manovre, assicurarsi sempre che nello spazio di manovra non siano presenti né persone (specialmente bambini) né animali. I sensori di parcheggio costituiscono un aiuto per il conducente, il quale però non deve mai ridurre l’attenzione durante le manovre potenzialmente pericolose anche se eseguite a bassa velocità.

SEGNALAZIONE ACUSTICA

L’informazione di presenza e la distanza dell’ostacolo dalla vettura è trasmessa al guidatore con segnalazioni acustiche provenienti da 2 buzzer installati nell’abitacolo:

Inserendo la retromarcia viene attivata automaticamente la funzionalità.

La segnalazione acustica:

Per il corretto funzionamento del sistema, è indispensabile che i sensori siano sempre puliti da fango, sporcizia, neve o ghiaccio. Durante la pulizia dei sensori prestare la massima attenzione a non rigarli o danneggiarli; evitare l’uso di panni asciutti, ruvidi o duri. I sensori devono essere lavati con acqua pulita, eventualmente con l’aggiunta di shampoo per auto. Nelle stazioni di lavaggio che utilizzano idropulitrici a getto di vapore o ad alta pressione, pulire rapidamente i sensori mantenendo l’ugello oltre i 10 cm di distanza.

 

Per la riverniciatura del paraurti o per eventuali ritocchi di vernice nella zona dei sensori, rivolgersi esclusivamente alla Rete Assistenziale Lancia. Applicazioni non corrette di vernice potrebbero, infatti, compromettere il funzionamento dei sensori di parcheggio.

CAMPO D’AZIONE DEI SENSORI

I sensori permettono al sistema di controllare la parte anteriore (versioni con 8 sensori) e posteriore della vettura.

La loro posizione copre infatti le zone mediane e laterali del frontale e del posteriore vettura. Nel caso di ostacolo posizionato in zona mediana, questo viene rilevato a distanze inferiori a circa 0,9 m (anteriore) e 1,30 m (posteriore).

Nel caso di ostacolo posizionato in zona laterale, questo viene rilevato a distanze inferiori a 0,6 m.

FUNZIONAMENTO CON RIMORCHIO

Il funzionamento dei sensori viene automaticamente disattivato all'inserimento della spina del cavo elettrico del rimorchio nella presa del gancio di traino della vettura. I sensori si riattivano automaticamente sfilando la spina del cavo del rimorchio.

AVVERTENZA Nel caso in cui si volesse lasciare sempre montato il gancio traino senza avere un rimorchio al seguito, è opportuno rivolgersi alla Rete Assistenziale Lancia per permettere le operazioni di aggiornamento del sistema, in quanto il gancio traino potrebbe essere rilevato come un ostacolo dai sensori centrali.

SEGNALAZIONI DI ANOMALIE

Eventuali anomalie dei sensori di parcheggio sono segnalate, durante l’inserimento della retromarcia, dalla accensione del simbolo S (in presenza del sistema Magic Parking), del simbolo t(in assenza del sistema Magic Parking) sul display unitamente ad un messaggio dedicato oppure dalla accensione sul quadro strumenti della spia è.

AVVERTENZE GENERALI

Durante le manovre di parcheggio prestare sempre la massima attenzione agli ostacoli che potrebbero trovarsi sopra o sotto i sensori.

Gli oggetti posti a distanza ravvicinata nella parte anteriore o posteriore della vettura, in alcune circostanze non vengono infatti rilevati dal sistema e pertanto possono danneggiare la vettura od essere danneggiati.

Di seguito alcune condizioni che potrebbero influenzare le prestazioni del sistema di parcheggio:

Leggi anche:

Peugeot 301. Sistema audio
  Per ragioni di sicurezza, il guidatore deve realizzare le operazioni che richiedono particolare attenzione a veicolo fermo. A motore spento e per preservare la carica della bat ...

Hyundai i30. Sostituzione del pannello fusibili vano motore
Spegnere il veicolo. Smistare su OFF tutti gli interruttori. Rimuovere il coperchio pannello fusibili premendo la linguetta e tirandolo in su. Controllare il fusibile rimosso; sostitui ...